Aromi della terra di Riviera,
sulle vostre tavole... con Amore

Dragoncello

Artemisia dracunculus
Il Dragoncello è originario della Siberia del sud e della Russia meridionale. Il nome potrebbe essere dovuto alla forma delle radici che ricordano un groviglio di serpenti o dalla credenza che guarisca dai loro morsi. Viene utilizzato nella cucina toscana e in quella francese per insaporire arrosti, insalate, pesce, uova ed altre pietanze. È uno dei componenti principali della salsa bernese, ottima sulla carne alla griglia. Ha proprietà antisettiche e digestive. Le foglie contengono sali minerali e vitamine A e C. Masticare le foglie riduce la sensibilità delle papille gustative, favorendo l'assunzione di medicine amare. Solitamente le foglie si usano tramite un infuso. Le radici danno sollievo al mal di gola e l'infuso stimola l'appetito, è utile in caso di meteorismo e aerofagia. -AL MOMENTO NON DISPONIBILE-

Coltura

Forma di propagazione
Da seme
Ambiente di coltura
Piena aria
Portamento
Eretto
Illuminazione
Preferisce le esposizioni soleggiate
Temperatura
Sopporta bene il freddo
Umidità
Preferisce una moderata umidità